GLI ITALIANI PREFERISCONO GLI AFFITTI, CHI ACQUISTA LO FA PER INVESTIMENTO

30/07/2018

GLI ITALIANI PREFERISCONO GLI AFFITTI, CHI ACQUISTA LO FA PER INVESTIMENTO

L' Osservatorio sul mercato immobiliare di Nomisma, ha voluto tracciare un resoconto sulla preferenza degli italiani in merito alla casa: le famiglie italiane che cercano casa in affitto superano quelle interessate all'acquisto a scopo abitativo.

Secondo l'indagine 2 milioni di nuclei famigliari esprimono l'intenzione di ricorrere alla locazione nei prossimi mesi (863mila quelli che stanno già cercando attivamente). 
Sul fronte dell'acquisto, invece, è vero che i nuclei interessati sono 2,6 milioni (in netta crescita rispetto ai 2,2 milioni del 2017) ma di questi, il 18% cerca una seconda abitazione per lo più da sfruttare in famiglia. C'è un balzo di chi acquista a scopo di investimento, una quota passata dal 6,1% del 2017 al 15,4% di oggi. Sul fronte della prima casa ad uso abitativo, restano solo 1,7 milioni di famiglie interessate (722mila quelle già attive nella ricerca).

Nel 2010, il 77,8% dei nuclei italiani viveva in case di proprietà, il 15,9% in affitto. Oggi i proprietari si sono ridotti al 70,3%. 
Solo in parte la scelta dell'affitto si deve a situazioni temporanee di lavoro o studio, perché il 68,7% di chi cerca una locazione lo fa perché “non ha le risorse economiche per comprare” e l'8,4% perché “lo considera più conveniente in termini di spese quali tasse e manutenzione”. 
E c'è anche una fascia enorme di “domanda esclusa” dal mercato: 9,2 milioni di famiglie che non dispongono delle risorse per l'acquisto e non riescono ad accedere al mutuo, di solito monoreddito, con uno stipendio a disposizione che non supera i 1.200 euro al mese. 
L'80% delle compravendite, qualunque sia la finalità, viene effettuata tramite finanziamento. 

Migliorano le tempistiche. 
Un'abitazione usata si vende nel giro di 6,4 mesi (erano 8,5 nel 2013) mentre per la locazione bastano 3 mesi (4,2 nel 2013).

Di Stefano Berardi Consulente MutuOn